top of page

Serie C - Rimpianto Fortitudo

Peccato. Le premesse erano buone, sembrava l’occasione giusta per fare punti. Invece, dopo una maratona di più di 2 ore, il risultato recita Volley Fortitudo Chivasso-Cantine Rasore Ovada 1-3. E’ una battaglia vera quella che va in scena in un gelido PalaLancia. I tifosi presenti scaldano più dei bocchettoni dell’aria calda, nonostante la bassa temperatura però, la partita è calda e ricca di emozioni. Il duo arbitrale comincia la sfida con 5’ di anticipo, quasi si sentisse che la serata sarebbe stata lunga. E dopo il minuto di rumore per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, parte il match. Sono sempre i due direttori di gioco ad essere i protagonisti nei primi scambi, assegnando più punti per infrazioni che per palloni messi a terra. Con l’andare del tempo però il campo si riprende le luci della ribalta. Primo set si gioca punto a punto. Ovada sembra avere qualcosa in più, passa quasi tutto il tempo con il minimo vantaggio sulle padrone di casa. Ma le Gioeni’s Girls sono determinate e acciuffano il pari proprio quando serve, all’ultimo respiro chiudendo il parziale 26-24. Il punto preso galvanizza le fortitudine che partono forte nel secondo set. Pronti via e un buon turno di battuta ci fa schizzare 8-3, costringendo al time-out l’allenatore ospite. Al rientro è un alternanza di momenti favorevoli. Prima le ospiti ricuciono il gap, poi siamo di nuovo noi ad allungare pesantemente e alla fine subiamo un’altra rimonta. Nel frattempo siamo costretti a rinunciare a Riccardi che prende una pallonata a muro sul pollice infortunato. Perdiamo qualcosa, loro difendono alla morte, ma abbiamo lo stesso la possibilità di vincere il set. Purtroppo non sfruttiamo il set-point e perdiamo il gioco 25-27. Nel terzo set veniamo prese dallo sconforto. Non mettiamo mai la testa davanti, ma contrariamente ad altre volte non abbiamo un atteggiamento passivo. E’ la peggiore frazione della serata, ma comunque diamo l’impressione di esserci. Prendiamo, in avvio, 5 punti di svantaggio e ce li portiamo fino alla fine del set, terminiamo la frazione 20-25. Coach Gioeni prova a dare la scossa, cambia qualcosa nel quarto set. Le intuizioni sembrano pagare. Un altro buon avvio ci mette in condizione di condurre il gioco 8-4. Il trend positivo viene interrotto dalla rottura di un’asta. La partita si ferma qualche minuto per sostituirla e l’interruzione sembra toglierci il vento in poppa. Perdiamo certezze, non abbiamo più la stessa verve e continuiamo a fare attacchi prevedibili. Subiamo un'altra rimonta con annesso sorpasso e fuga. Ci proviamo a restare in partita, ma siamo colpevoli di errori banali. Chiudiamo il set 21-25 per il definitivo 1-3.

Occasione persa. Partita giocata alla pari, purtroppo siamo mancate quando avremmo dovuto fare lo scatto decisivo. Usciamo dal match con l'amaro in bocca per il risultato, ma questo ci deve dare la forza per capire che siamo attrezzate per la categoria. Rimaniamo così al terz’ultimo posto. Adesso ci attendono due match ostici (prossimo impegno a Collegno contro il CUS Torino capolista), prima di 4 scontri diretti consecutivi. Forza ragazze, non si molla...


215 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page