top of page

Serie C - Fortitudo bella a metà

Si archivia con una sconfitta per 3-1, la sesta giornata di campionato per la Fortitudo Volley Chivasso. Ci mette un’ora e quaranta la Prochima Novarese Virtus ad avere la meglio e a portare a Biella i tre punti. Peccato, perché l’avvio di partita aveva ingolosito molto i tifosi gialloverdi e aveva acceso più di qualche speranza.

Primo set di marca chivassese. Le ragazze di Gioeni lo conducono dalla prima all’ultima palla. Il nostro muro è un fattore e in più di un’occasione ci regala un sorriso. Così come gli attacchi dal centro che non riescono ad essere letti con i tempi giusti dalle nostre avversarie. A questo va aggiunto l’imprecisione delle biellesi, soprattutto al servizio. Punto dopo punto tocchiamo il massimo vantaggio sul 19-12. La voglia di vincere ci porta a congelare il tesoretto messo da parte e lo trasportiamo fino alla fine: 25-18.

Nel secondo set, però, la musica comincia a cambiare. Le percentuali di errore delle nostre avversarie si riducono notevolmente. Contemporaneamente va registrato l’innalzamento dell’intensità difensiva. Noi ci proviamo, ma la naturalezza con cui ci riuscivano le cose nel primo set non la troviamo nel secondo. Fatichiamo. Le ospiti provano a scappare da subito (1-6), ma con caparbietà e senza farci prendere dalla frenesia riusciamo a ricucire il gap arrivando sul 16-16. Sembra il preludio al sorpasso e invece. In men che non si dica subiamo un pesante parziale (16-22) e concludiamo il set 19-25.

Il non essere riusciti a concretizzare la rimonta nella seconda frazione è la nostra sliding door. La Virtus mette le cose in chiaro da subito anche nel terzo gioco (1-6), con l’ennesimo motto d’orgoglio riusciamo a rifarci sotto (5-6). E’ l’ultima volta che impensieriamo le nostre avversarie. Da qui in poi iniziamo a perdere fiducia nei nostri mezzi e pian piano ad uscire dall’incontro. Le ospiti si galvanizzano e capiscono che è l’occasione è ghiotta per segnare l’incontro. Il loro entusiasmo è inversamente proporzionale al nostro. Subiamo tre turni di battuta pesanti e le nostre certezze subiscono un colpo durissimo. Con il punteggio ormai compromesso, chiudiamo il set 11-25.

La trama della partita pare ormai scontata. Ennesima partenza forte delle ospiti anche nel quarto set ed ennesimo 1-6 subìto in avvio. Questa volta non abbiamo più la forza per rifarci sotto. Contrariamente alla frazione precedente non gettiamo la spugna, ma le nostre avversarie ci tengono a debita distanza. Viviamo di qualche lampo, ma non ci basta. Siamo costrette così ad alzare bandiera bianca sul 17-25, per il definitivo 1-3.

Inizio di serata che sembrava promettere qualcosa di diverso, poi nel finale di secondo set la svolta in negativo. Rimaniamo fermi ai tre punti conquistati nella prima giornata. A parziale giustificazione di questo avvio stentato, va detto che il calendario non ci ha aiutati molto. Da neopromosse, nelle prime sei giornate abbiamo incontrato cinque fra le prime otto della classifica, bisogna tenere duro ancora un po’ perché nemmeno le prossime 4 partite saranno facili, vedendoci affrontare le altre tre squadre che completano la zona sinistra della classifica. Occorrerà stringere i denti, non mollare e combattere insieme fino all’ultimo…




121 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page